Autotrapianto capelli

Autotrapianto dei capelli

L’autotrapianto di capelli è una tecnica chirurgica che consente di ridistribuire i capelli in modo omogeneo dalle aree ricche di capelli non destinati a cadere alle aree calve o diradate.

I capelli trapiantati cresceranno normalmente per tutta la vita.

autotrapianto-capelli-vicenza

Come funziona?

  • Lo specialista individua un’area donatrice nella nuca, chiamata “corona ippocratica”, in quest’area i bulbi peliferi sono geneticamente differenti da quelli del resto della testa, in quanto sono in grado di resistere all’azione del diidrotestosterone, l’ormone all’origine della miniaturizzazione dei capelli. Una volta individuata l’area donatrice Il chirurgo, inietta sotto cute dell’anestetico leggero come la xilocaina, e procede asportando una piccola porzione di cuoio capelluto fino allo strato adiposo, dove si trovano i bulbi peliferi: la zona viene quindi suturata con una particolare tecnica chiamata tricofitica, che permette la ricrescita dei capelli molto vicino alla cicatrice, rendendo quest’ultima quasi impercettibile.
  • L’area prelevata viene lavata con acqua fisiologica e sezionata in unità follicolari da uno fino a un massimo di quattro capelli. Vengono quindi praticati dei piccolissimi forellini nell’area calva da rinfoltire con appositi aghi di dimensioni massime di un millimetro, si inseriscono all’interno le unità follicolari seguendo la direzione e inclinazione naturale dei capelli. Le unità follicolari con un solo bulbo vengono trapiantate nella zona frontale per creare un’attaccatura più naturale, mentre quelle con più bulbi vengono inserite nella zona posteriore per dare maggiore intensità.
  • In una sola seduta si possono trapiantare fino a 5000 bulbi questo permette di risolvere il problema in una sola seduta che può durare dalle 4 alle 5 ore, solo in casi dove la calvizie è particolarmente estesa, sarà necessario sottoporsi a un’ulteriore seduta non prima di 10 mesi dalla precedente. Terminato l’inserimento delle unità follicolari, la zona viene lavata con acqua fisiologica e, solo per la notte dell’intervento, è posto un apposito bendaggio per evitare che gli innesti fuoriescano dalla loro sede durante la notte.
  • Il mattino seguente si rimuove il bendaggio, si controllano gli innesti, si fa una prima medicazione, e si può tornare a casa e svolgere le attività quotidiane. Per la prima settimana i lavaggi saranno con apposito detergente a ph acido. Si formeranno delle microscopiche crosticine che cadranno nel giro di dieci giorni senza lasciare segni; a questo punto verranno rimossi i punti dall’area donatrice.
  • Dopo circa 3-4 mesi dall’intervento inizieranno a spuntare i capelli, il risultato sarà ben visibile dopo sei mesi, quando i capelli avranno raggiunto una lunghezza di tre centimetri circa.

Sicurezza ed Esperienza

Ci affidiamo per questi tipo di intervento a centri specializzati che da più di 30 anni si occupano di chirurgia del cuoio capelluto per la correzione chirurgica della calvizie androgenetica, per la ricostruzione del cuoio capelluto dopo incidenti, traumi, ustioni, importanti interventi neurochirurgici e tumori.

Il cuoio capelluto infatti va considerato come un organo del quale solo una profonda e completa conoscenza tecnica e chirurgica permette di trattare sia problemi estetici che funzionali padroneggiando pertanto tutte le tecniche chirurgiche disponibili per trasformare un’area calva in una munita di capelli.

calvizie-caduta-capelli-vicenza-1

Prenota una consulenza gratuita!

Prenota una consulenza!